home page

LA DIARREA (e il vomito)
Cosa fare in caso di diarrea acuta, cioè di diarrea che è appena iniziata

Se è presente anche vomito la malattia va affrontata con maggiore attenzione per il rischio di disidratazione e il problema è tanto più importante quanto più piccolo è il bambino o se è anche presente febbre.

In ogni caso per le prime 4-6 ore la cosa più importante da fare è reidratare il bambino, cioè somministrare liquidi in quantità pari a quelli che il bambino ha perso. A casa non serve fare tanti calcoli per stabilire quanti liquidi dare: sarà il bambino stesso il più delle volte a regolarsi da solo assumendo più o meno liquidi a seconda delle sue necessità. Esistono soluzioni reidratanti per bambini acquistabili in farmacia: bustine da sciogliere in acqua o soluzioni liquide già pronte. Se è presente vomito vanno somministrate molto lentamente (a cucchiaini ogni 30-60 secondi ma anche più lentamente). Il limite di queste soluzioni è il sapore che a volte il bambino dimostra di non gradire e quindi bisogna insistere un po'.

Dopo 4-6 ore va ripresa l’alimentazione con i normali alimenti che il bambino era abituato ad assumere, latte compreso (non va mai diluito con acqua per renderlo “più leggero”).

L’allattamento del lattante alimentato al seno non va mai sospeso.

Per valutare se il bambino inizia ad essere disidratato,fra i tanti, un genitore può considerare alcuni semplici segni: se urina poco o se inizia a perdere peso. Se il bimbo ha perso peso in misura superiore al 5% del suo peso prima della malattia, la diarrea e/o il vomito cominciano ad essere potenzialmente pericolosi (sopra il 10% la disidratazione è grave).

 © 2002, Dr.Stefano Gorini

Bibliografia essenziale:
Ventura A, et al., Medico e Bambino 2001; 20:675-76
Nelson Textbook of Pediatrics, 14th Ed. 1992:198
Queste brevi note hanno una finalità informativa generale e
non sostituiscono in alcun modo l’atto medico del proprio pediatra



home page