Il programma Nati per la Musica

NATI PER LA MUSICA
Progetto per la diffusione della musica da 0 a 6 anni
www.natiperlamusica.org   –   Blog

Ha lo scopo di approfondire il significato del proporre la musica in maniera non occasionale fin dai primi mesi di vita e, attraverso i pediatri, di sensibilizzare le famiglie sui vantaggi che questa pratica comporta.

Le motivazioni

Sviluppo del legame affettivo fra genitori e figli: l’atto del cantare insieme, del muoversi all’ascolto della musica, del ballare, oltre al senso di unione e di fusione delle voci delle persone che partecipano, è un atto piacevole per tutti specie per il bambino: concorre a stabilire un legame più stabile e continuo e a modulare la comunicazione genitore-figli su più canali, sensoriali e linguistici.

Influenza della musica sullo sviluppo delle funzioni cognitive del bambino: il feto inizia a percepire suoni e rumori intorno al 5°-6° mese di vita intrauterina. E’ dimostrato che di questa esperienza sonora ne può avere addirittura un “ricordo” sia a breve che a lungo termine, una volta nato. La musica “entra” quindi nel cervello, partecipa al suo sviluppo plastico, emozionale, affettivo.

Sviluppo nel bambino di una sensibilità musicale: che lo porterà ad apprezzare e godere della bellezza in particolare della musica, ma anche del “bello” in senso lato. Questo eventualmente potrà portare al desiderio di accostarsi allo studio di uno strumento musicale. Importanti le implicazioni per il singolo ma anche per fare musica insieme ad altri.

Un’iniziativa di:
Associazione Culturale Pediatri
Centro per la Salute del Bambino


© 2007-2016, Dr. Stefano Gorini

This entry was posted in Per aiutarlo a crescere. Bookmark the permalink.